Formazione over 50: aspirina per il lavoro?

Sono sostenitore della Formazione Permanente da sempre. Ho dedicato i miei primi due libri all’argomento: “Vite rubate” e “Rottami eccellenti” eppure, oggi, non sono affatto convinto che si possano risolvere i problemi del lavoro destinando sempre risorse solo  in formazione.

I giovani ormai sono in una condizione permnente, appunto, di studio e vedono ritardare sempre di più l’ingresso al lavoro. Vien da domandarsi: cosa se ne fa un individuo di tanta formazione, spesso in campi disparati, se non potrà mai mettere in pratica ciò che apprende in teoria?  Per di più i provvedimeti annunciati dal Governo prevedono agevolazioni per chi assume giovani al di sotto dei 29 anni. E quelli al di sopra ancora in studio? Son già da ritenere vecchi per il lavoro e “inidonei” alla pensione par mancanza di requisiti?

In una situazione straordinariamente drammatica come quella che stiamo vivendo, non sarebbe allora stato meglio “prepensionare” gli over 50, almeno quelli con sufficiente anzianità contributiva e con un assegno proporzionato e “aprire” l’accesso al lavoro ai giovani, ritenedno tali tutti coloro di età inferiore a cinquanta anni?

I provvedimenti annunciati dal Governo, a una prima lettura, sanno di una cura a base di aspirina per una malattia che richiederebbe l’intervento del chirurgo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...