La conta dei clandestini nel mondo

Il nuovo Sport mondiale dei potenti in voga è la sperticata conta dei clandestini orbitanti nei rispettivi paesi.
Poteva sottrarsi a tale sport l’uomo divenuto il più potente fra i potenti?
Certo che no!
Ed eccolo, solerte, alla sua prima dichiarazione sparare la sua cifra: 3 milioni di clandestini da espellere dal paese più democratico (o almeno così presunto)del mondo su undici milioni colà orbitanti, sempre secondo la stima del capo.
Ora la domanda sorge spontanea a chiunque fosse uso a ragionare: lo status di “Clandestino” vuol dire che l’individuo sfugge a ogni rilevazione sia strumentale sia manuale o visiva. Se così è, come è ragionevole ritenere che sia, l’inquietudine non può che accrescere di fronte a dichiarazioni avventate, non solo palesemente disumane ma anche vagamente razziste dell’uomo più potente (o almeno così presunto) della terra.

Si consuma così un dramma della Democrazia non sufficientemente contemplato nel passato e a cui sembra difficile sfuggire: il voto democratico e popolare, tuttora utopia per diversi paesi nel mondo, non sempre garantisce l’attribuzione del potere a uomini altrettanto democratici.

Non vi sono ricette per scongiurare il rischio di consegnare democraticamente “pezzi di questo mondo” a nuovi tiranni. L’unica speranza potrebbe essere la formazione culturale, morale, politica e civile di ciascun elettore. Ma coi tempi che corrono, palesemente ostili non solo alla cultura ma perfino all’istruzione, l’obiettivo non appare neppure utopico … ma irrealizzabile almeno per qualche tempo.

Non ci rimane, dunque, che sperare nella legge favorevole del caso e nella possibilità che la superficialità dei potenti si limiti alle enunciazioni e che vengano totalmente assorbiti dalla ricerca del piacere, già paghi delle loro immense ricchezze. Se si dedicheranno prevalentemente a curare il loro piacere privato, senza ulteriore sete di potere, l’umanità soffrirà, certo, ma si salverà.

Diversamente, meglio non fare pronostici…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...