Prima riflessione dell’anno nuovo

L’augurio globale è che l’umanità tutta possa mettere a frutto la maggiore maturità resa possibile da un altro anno,il 2016, trascorso fra eventi straordinari di segno opposto che hanno condizionato, nel bene e nel male, l’esistenza di intere collettività e di singole persone.

Sarebbe presuntuoso immaginare di incidere anche minimamente sull’agire delle masse. Il forte desiderio rimane quello di poter condividere la riflessione con piccoli gruppi, con famiglie e con semplici individui e indurre a comportamenti e azioni minime che siano semplicemente rispettose delle altrui opinioni e degli altrui modi di essere specialmente quando improntati, a loro volta, al medesimo rispetto se pure non in forma palesemente visibile.
Talvolta il rispetto del prossimo e del diverso si materializza anche con il “non fare” se il fare si traduce in molestia seppure involontaria.

La riflessione nasce dal fatto che vi sono persone che di fronte alla relazione con l’altro, a qualsiasi titolo (sorelle, fratelli, genitori, amici, coniugi, fidanzati) si pongono come osservatori critici e sistematici per tramutarsi in giudici monocratici e severi nel contestare arbitrariamente altro un comportamento semplicemente diverso da ciò che ci si attende.
Vi sono, tra queste persone, alcuni che, passato il buonismo di maniera del Natale ma cogliendo l’occasione dei rinnovati contatti natalizi, avviano veri e propri processi sommari che concentrano la loro azione proprio ai primi giorni dell’anno, tanto per dare il buon augurio.

Probabilmente si tratta di disturbi dell’animo che nessun terapeuta riuscirà mai a curare.

A queste persone, infelici e creatori di infelicità altrui, vogliamo dire di rasserenare gli animi e, caso mai, ignorare semplicemente le persone con opinioni diverse. L’efficacia e la magia dell’Oblio in siffatti casi possono fare ciò che nessuna terapia, psichica o fisica, potrà mai fare.

Anche a costoro, comunque, un grande augurio di rasserenamento e di felicità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...